martedì 20 maggio 2008

Ed è subito sera

Ognuno sta solo sul cuor della terra
Trafitto da un raggio di sole.
Ed è subito sera.

E’ una delle poesie che preferisco.
Di primo acchito può essere interpretata come una visione pessimistica della vita, pensata come “solitudine” e trafitta da un singolo raggio di sole seguito presto dalla sera (morte?); però io l’ho sempre considerata come un messaggio positivo. Forse perchè mi concentro sul raggio di sole. Ma come si può perder tempo a pensare alla sera quando quel raggio è così abbagliante e caldo e sorprendente?

6 commenti:

Bartolomeo Pestalozzi ha detto...

Il raggio di sole è quello che dà senso alla sera, ché altrimenti non riusciremmo neppure a distinguere, quindi a capire.

Forse una metafora nascita-vita-morte.

Gaia ha detto...

Il raggio di sole è ciò di cui si dovrebbe godere al meglio.

VelaPoma ha detto...

come il raggio verde di Rohmer...

Gaia ha detto...

Ehm...cercato su wiki....a te è mai capitato di vedere il raggio verde?

VelaPoma ha detto...

al momento ancora no....

Emi ha detto...

hai ragione...bisogna sempre concentrarsi sul raggio di sole....l'ho sempre vista come una splendida poesia dalle parole tristi...ma in effetti non lo è.
grazie e ciao da emi